Conosci l'età del tuo pubblico? • Enrica Campana
26
post-template-default,single,single-post,postid-26,single-format-standard,qode-social-login-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.5,vertical_menu_enabled, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Conosci l’età del tuo pubblico?

Mentre controllavo questa mattina l’andamento di alcune campagne Facebook (nello specifico con atterraggio su Messenger), ho notato una cosa particolare che voglio condividere con voi…

Ho notato che tutte le persone che avevano iniziato una conversazione su Messenger, generata dalle campagne, erano over 60!

Noto questa cosa e penso: mmm… sto sponsorizzando un corso per diventare Coach, che è aperto a tutti, ma forse un over 60 (o addirittura over 65) non so quanto sia disposto a pagare 3 giorni di formazione su questi temi!

A quel punto mi dico: andiamo più a fondo!

E così decido di fare una cosa molto semplice, che però non sempre mi ricordo di fare.

Sono partita dalla campagna messenger e ho fatto un’analisi di copertura e interazione per età.
Il pubblico era una LAL (Lookalike, pubblico simile che si può generare tramite Facebook partendo da un pubblico personalizzato) e, a quanto pare, stava girando solamente nella fascia d’età 65+ (addirittura!).

Questo perché?
Perché FB ha visto che in quella fascia d’età c’era più interazione (i signori in questione sono molto propensi a cliccare o a inviare emoji via messenger come segno di approvazione) e ha cominciato a spingerla solo lì, escludendo le fasce d’età per me più interessanti.

A questo punto cosa ho fatto?
Ho fatto la stessa analisi su tutte le campagne!

E il problema era davvero molto diffuso, sia su remarketing che LAL (a quanto pare sul prospect sono stata più attenta alle fasce d’età e le avevo già limitate ).

Tutto questo per dire:
NON DOBBIAMO DIMENTICARCI MAI DEL TARGET e non dobbiamo dare mai nulla per scontato, neanche sui pubblici che “pensiamo di conoscere”.

Andiamo sempre a fondo nell’analisi usando anche i semplici strumenti che FB ci da nel menu “Dettagli” e analizziamo cosa va e cosa no per poi agire di conseguenza.

Buon weekend!

Enrica

No Comments

Post a Comment